Archeologia della penalità psichiatrica

Paolo Vernaglione Berardi

Nell’indagare le pratiche che nella modernità occidentale sono state adoperate per costruire il discorso della follia e della punizione bisogna riferirsi all’opera di Michel Foucault e in particolare ai testi dei Corsi al Collège de France degli scorsi anni Settanta e alle interviste che hanno per tema l’archeologia del folle e del delinquente e le modalità di internamento e di detenzione.

Dallo svolgimento dell’archivio della disragione e del crimine ai grandi testi Teorie e instituzioni penali, La società punitiva, Il potere psichiatrico, Gli anormali, Sorvegliare e punire, oltre alla serie cospicua di interventi, l’intento foucaultiano è quello di mostrare l’intreccio inevitabile e produttivo della medicina e della penalità, del sapere psichiatrico e dei dispositivi di punizione in capo al diritto penale, che hanno prodotto nello spazio di tempo di circa un secolo e mezzo i diversi profili dell’individuo pericoloso e le trasformazioni della figura giuridica del criminale… (continua pdf)